Home News   Song`s   ShowZAiKS filmContact

 

   
 
Koman Band
Banda jazz-rock polacca, fondata da Janusz Koman nel 1973.
Per oltre una dozzina di anni della sua esistenza, la formazione ha fatto numerose registrazioni d'archivio per la radio e la televisione polacche

"... Sono sempre stato affascinato dal suono - specialmente dalle trombe, perché non mi piacciono i sassofonisti - le opere di Blood, Sweat and Tears, Chase e Chicago lo hanno sicuramente influenzato ..." "... Sono andato dal regista Napierala a Poznan e gli ho presentato la mia proposta: voglio fare una squadra, ho bisogno di aiuto. E ha accettato! Ha dato soldi per le prove, per gli hotel ... "

Debutto - febbraio 1973.
L'aspetto del gruppo č diventato un evento sulla scena nazionale.

I primi membri furono: Janusz Koman (tastiere), Wojciech Michalczyk (chitarra), Jerzy Snigurowicz (basso),
Maciej Czaj (batteria) e Andrzej Diering (tromba), Wladysław Dobrowolski (tromba), Marian Maslanka (tromba), Zbigniew Wojcik tromba).

Krystyna Prońko ha iniziato la sua carriera nazionale con Koman Band.
La perfetta armonia della sezione strumenti a fiato con la sezione ritmica e la voce del cantante ha portato a una serie di successi reciproci.

Nel 1973 su XI KFPP a Opole e nel 1975 su XIII KFPP a Opole, Prońko ricevette premi per l'interpretazione delle canzoni. Po co ci to chłopcze /Cosa vuoi questo ragazzo/ (Koman/Szczepkowski) e Umarłe krajobrazy /Dead paesaggi/ (Koman/Walczak) e Anioł i róża /Angel e rose/ (Koman/Szczepkowski) il Niech moje serce kołysze ciebie do snu /tuo cuore ti fa addormentare/ (Koman/Dutkiewicz).

Nel 1974, alla XII KFPP di Opole, Janusz Koman ricevette il premio per il miglior arrangiatore per la canzone Papierowe ptaki /Paper Birds/ (Koman/Szczepkowski) eseguita da Krystyna Prońko.

Negli anni 1974-1976, la band Koman Band includeva:
Bogdan Krajewski (chitarra), J. Śnigurowicz (basso), Wojciech Tarczyński (perc., Singing), Marian Śnigurowicz (batteria) e A. Diering (tromba), W. Dobrowolski (tromba), Tadeusz Janiak (tromba) e Bernard Kondracki (sassofono tenore, violino).

Nel 1975, l'album di Krystyna Prońko e Koman Band fu pubblicato con il titolo: Krystyna Prońko

Nello stesso anno, Stan Borys ha iniziato a lavorare con la band con cui č apparso al XIII KFPP di Opole cantando una canzone intitolata Chce przy tym być /Voglio essere qui/(Koman / Osiecka)

Nel mese di giugno 1976, il gruppo a causa di un cambiamento nel profilo musicale č stato terminato e suonare il pianoforte e Fender, Clavinet D6 Janusz Koman organizzato un nuovo gruppo, in cui i membri sono stati:
Paweł Serafiński (organo Hammond), Wojciech Waglewski (chitarra), Waldemar Lubański (chitarra basso), Andrzej Tylec (batteria).

Durante diverse settimane di prove, che durano da settembre, č stato sviluppato un nuovo programma. La prima parte č stata la suite strumentale Con-tinuation II, nella seconda parte si č esibita con il suo considerando K. Prońko. A quel tempo la Koman Band era patrocinata dall'Agenzia dei concerti della Polish Jazz Association.

Nel settembre 1976, il gruppo della nuova linea partģ per il primo tour di concerti nella regione di Lodz, ad ottobre si č esibita nei club di Varsavia, e a novembre a Katowice, Zielona Góra e nei dintorni (Voivodato di Lubuskie).

Nel 1977, un album di Zdzisława Sośnicka, registrato alla fine del 1976, fu pubblicato sotto il titolo: My Music,
in cui i musicisti suonano musica soul, funk e disco. In questo caso la Koman Band ha agito come una band strettamente accompagnatoria.

Nel 1977 il posto di Waglewski fu preso dal chitarrista Remigiusz Kossacz e Tyliec dal batterista Henryk Tomala.
A loro si unģ anche la cantante: Leonard Kaczanowski (come solista che aveva nel repertorio, comprese le canzoni di Dawno, e in un duetto con Krystyna Prońko una canzone W cieniu dobrego drzewa /all'ombra di un buon albero/.

Nel 1977, la band si esibģ al Sopot Song Festival con Zdzisława Sośnicka, che ricevette il Grand Prix du Disque.

Koman Band si č esibita al fianco di artisti come Omega, Locomotiv GT, Niemen, Middle of the Road e Brotherhood of Man.

Finora, la maggior parte delle composizioni e degli arrangiamenti eseguiti dal gruppo sono stati realizzati da Koman, ma sporadicamente composti da singoli membri della band, un esempio dei quali puņ essere registrato alla fine del 1976 nel Programma III, come: Welon (Tarczyński / Skalski), o Trawiaste przywidzenia /Grassy delusion/
(Waglewski, Koman / Olewicz).

Le registrazioni radiofoniche consistono anche in un album pubblicato nel 1978, pubblicato da Prońko, intitolato Deszcz w Cisnej /Pioggia a Cisna/.
La composizione del titolo č accompagnata dalla PRiTV Orchestra di Łódź sotto la direzione di Henryk Debich.

Nello stesso anno, la formazione prese parte all'attuazione dell'opera rock 3400 lat po Ikarze /3400 anni dopo Ikar/ (musica di J. Koman, libretto di B. Olewicz)
Il ruolo principale č stato occupato da R. Derewenda. Anche Krystyna Prońko e Andrzej Frajndt hanno cantato. Alla registrazione della versione rock dell'opera hanno partecipato anche la PRiTV Entertainment Orchestra di Katowice sotto la direzione di Jerzy Milian e il regista del suono Andrzej Prugar.
Frammenti della performance sono stati pubblicati anni dopo nella collezione personale 4 - Duets (2002) di Krystyna Prońko. 

Nel 1979, Koman fu accompagnato da: Remigiusz Kossacz (gt), Paweł Serafiński (Hammond org), Wojciech Zalewski (basso), Czesław Bartkowski (batteria).
In questa composizione con Krystyna Prońko, la band partģ per otto mesi con recital in URSS.

A cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, collaborarono con un gruppo di cantanti: Hanna Banaszak e Majka Jeżowska.

Nel 1980, il cantante Andrzej Zaucha iniziņ a registrare con Koman Band, registrando, tra gli altri, Songs: Wieczor nad rzeka zdarzen /Evening on the river of events/  (Koman / Kondratowicz) e Dom zlej dziewczyny /House of the bad girl/ (Koman / Szczepkowski) - sono apparsi sul singolo.

Nel 1985, la band registrņ un album del gruppo vocale femminile Fiesta, intitolato Fiesta. Il gruppo era composto da: J. Koman (pianoforte di Fender), Krzysztof Barcik (chitarra), P. Serafiński (Hammond org, Maciej Latalski (basso), Krzysztof Zawadzki (strumenti a percussione), Paweł Twardoch (batteria) e Andrzej Balsam (tromba), A. Diering (tromba), Maciej Sikała (sassofono tenore), Grzegorz Nagórski (trombone).

Attualmente, il team opera in una formazione di due persone: Krzysztof "Puma Piasecki (gt), Janusz Koman (Keyb`s) principalmente nell'Unione europea. (www.komanband.eu)

1973 - 1986 Festival della canzone polacca a Opole e altri festival.  
Opole 73 - Krystyna Prońko - Umarle krajobrazy /Dead paesaggi/ (Koman-Walczak) - premio nella categoria Interpretazioni
Opole 74 - Janusz Koman - premio per il miglior arrangiamento - Papierowe ptaki /Uccelli di carta/ (Koman-Szczepkowski) interpretato da Krystyna Prońko,
Opole 75 - Krystyna Prońko - Anioł i Róża (Koman-Szczepkowski), Niech moje serce kołysze ciebie do snu /Lascia che il mio cuore ti scuoti a dormire (Koman-Dutkiewicz) - premio per l'interpretazione
Sopot 77 - Zdzisława Sośnicka - Grand Prix du Disque,
Opole 78 - Opole 78 - Premiere dell'opera rock "3400 anni dopo Ikar" (musica di J. Koman, libretto di B. Olewicz)
Opole 85 - Janusz Koman arrangiamenti di canzoni per il festival - premio speciale,
Opole 86 - Janusz Koman  - premio per l'arrangiamento
Il team ha eseguito:
Stan Borys, Zbigniew Wodecki, Zbigniew Namysłowski, Andrzej Zaucha, Hanna Banaszak, Krystyna Prońko, Zdzisława Sośnicka, FIESTA, Wojciech Waglewski, Leonard Kaczanowski, Adzik Sendecki, Maciek Sikała, Grzegorz Nagórski, Czesław "Mały" Bartkowski, Paweł Serafiński

Collaborazione con orchestre:
Henryka Debicha, Stefana Rachonia, Zbigniewa Górnego, Jerzego Miliana, Andrzeja Trzaskowskiego, PRiTV w Katowicach

Registrazioni:
ponad 150 utworów dla Polskiego Radia, TV, Polskie Nagrania, Pronit, JKP Studio, (Wikipedia, J.Koman)

***

Krzysztof "Puma" Piasecki
Laureato presso l'Accademia di musica di Katowice, dipartimento di jazz e musica popolare.
Compositore, arrangiatore, educatore - uno dei chitarristi pił versatili della scena musicale polacca.
Laureato al Concorso internazionale di improvvisazione jazz a Katowice. Ha ricevuto una borsa di studio dal Berklee College of Music di Boston.

Nel 1997, ha vinto il titolo di miglior chitarrista della rivista di musica jazz "Gitara i Bas". Si č esibito sulla scena comune con, tra gli altri, Mick Stern, Bob Malach, David Weckl, Scott Henderson, Dennis Chambers e Jeff Berlin.
Ha visitato molti club all'estero, incluso il club A-Trane di Berlino.
Con uguale libertą e altrettanto disposto a suonare musica diversa da rock'n rol, blues, swing, jazz moderno e fusion.

Č apparso sulla scena musicale polacca nella seconda metą degli anni settanta. Ha cercato a lungo la "sua" musica, raccogliendo esperienze con Big Band di Wiesław Pieregorólka, con "Alex Band" di Aleksander Maliszewski, con Zbigniew Górny Orchestra e "Koman Band" e "Prońko Band".
Ha suonato in jazz club in Scandinavia, Germania e in America. Si č esibito dal Jazz Jamboree al Golden Tark, dal Jazz Jantar al Jazz nad Odrą, al Jazz Festival in "Piwnica pod Baranami", al Festival de Jazz de San Sebastiįn.
Ha preso parte ai festival di Opole e Sopot.
Ha accompagnato star mondiali come Jose Feliciano, Shirley Bassey, Alan White (ha suonato con il gruppo YES,
Joe Cocker, Eric Clapton), Cindy Blackman (interpretato da Joe Henderson, Lenny Kravitz, Cassandra Wilson), Johnny Rabb (suonato con Frank Gambale, Maynard Ferguson), Tonny Royster Jr. (Branford Marsalis, Terry Lewis) Carmine Appice (Jeff Back, Ozzy Ozbourne, Pink Floyd) Bill Mollenhof, The Drifters, Ralf Rickert, "Carl Palmer (ELP), Charlie Green, Siggy Davis, stelle polacche e polacche:
Józef Skrzek, Hanna Banaszak, Ewa Bem, Urszula Dudziak, Grażyna Łobaszewska, Krystyna Prońko, Maryla Rodowicz, Lora Szafran, Ryszard Rynkowski, Zbigniew Wodecki, "Vox" e molti altri ...

Apprezza la collaborazione con "Heavy Metal Sextet", "Walk Away", Zbigniew Lewandowski Quintet, "Bober`s Friends", orchestra della radio Opole diretta da Edward Spyrka, composizioni internazionali di "Humman Elements" e "Yurala", e con tali stelle del jazz polacco come Jarosław Smietana, Zbigniew Namyslowski, Tomasz Szukalski, Jan Ptaszyn-Wroblewski, Krzesimir Debski, Krzysztof Scieranski, Bernard Maseli, Piotr Baron, Leszek Możdżer, Adam Went, Janusz Skowron, Henryk Miskiewicz, Krzysztof Przybylowicz, Zbigniew Wrombel, Piotr Wojtasik, Anrzej Rusek, Maciek Sikała, Tadeusz Lesniak, Jerzy Glowczewski, Janusz Stefanski, Jacek Pelc. 

Apprezza il lavoro con i giovani, le lezioni alla Small Jazz Academy di Gorzów, al Blues nad Borem di Bolesławiec e ai seminari internazionali di jazz che si svolgono nell'ambito dell'HANZA JAZZ FESTIVAL di Koszalin.
Questo tipo di attivitą ti consente di arricchire l'esperienza e gli dą molte soddisfazioni.
Ha registrato 12 dei suoi album 
(według: www.krzysztofpumapiasecki.pl)

***

   
Janusz Koman
Nato a Lodz, compositore, arrangiatore, pianista e produttore.
Debutto sul palcoscenico professionale - Maggio 1967 nella band "Rosso-Nero".
Dal 1969 al 1972, collaborazione con PAGART.
Nel 1972 - programma: "Krystyna Pronko e Koman Band"

1973 - 1991 Festival della Canzone Polacca a Opole e altri festival.
Opole 73 - Krystyna Pronko-Umarle krajobrazy /Morto Landscapes/  (Koman-Walczak) - premio nelle interpretazioni categoria
Opole 74 - Janusz Koman-premio per il miglior arrangiamento - Papierowe ptaki /Uccelli di carta/ (Koman-Szczepkowski) eseguita da Krystyna Pronko.
Opole 75 - Krystyna Pronko-Aniol i roza /Angelo e Rose/ (Koman-Szczepkowski) Niech moje serce kołysze ciebie do snu/Che i miei culla di cuore a dormire/(Koman-Dutkiewicz) premio per le
interpretazioni
Sopot 77 - Zdzisława Sośnicka-Grand Prix du Disque,
Opole 78 - La prima dell'opera rock "3400 anni dopo Icaro" (musiche di J. Koman, libretto B. Olewicz)
Sopot 80 - VOX-Grand Prix,
Bratislava 80 - VOX-Lira d'oro, Lira di bronzo,
Opole 85 - Janusz Koman arrangiamenti di canzoni per il festival - premio speciale,
Opole 86 - Janusz Koman-premio per l'arrangiamento
Opole 87 - distinzione per la canzone Zagranica (Koman-Korczakowski),
Opole 91 - Danuta Blazejczyk-premio per la canzone Moja cierpliwość /La mia pazienza (Koman-Mlynarski).

Cooperazione creativa:
Stan Borys, Andrzej Dąbrowski, Wojciech Młynarski, Zbigniew Wodecki, Ryszard Rynkowski, Zbigniew Namysłowski, VOX, „2+1”, Czerwono-Czarni, Niebiesko-Czarni, Andrzej Zaucha, Hanna Banaszak, Ewa Bem, Majka Jeżowska, Grażyna Łobaszewska, Krystyna Prońko, Zdzisława Sośnicka, Urszula Sipińska, FIESTA, Janusz Kondratowicz, Maria Czubaszek, Bogdan Olewicz, Włodzimierz Patuszyński, Wojciech Waglewski, Jan Wołek, Danuta Błażejczyk, Krzysztof Krawczyk, Krzysztof Dzikowski, Grzegorz Walczak, Janusz Szczepkowski, Jacek Korczakowski, Leonard Kaczanowski, Marek Dutkiewicz, Agnieszka Osiecka, Jonasz Kofta, Jerzy Gruza, Janusz Kondratiuk

Orchestra:

Henryka Debicha, Stefana Rachonia, Zbigniewa Gornego, Jerzego Miliana, Andrzeja Trzaskowskiego, PRiTV w Katowicach


Concerti:

Europa, Medio Oriente, Cuba, Italia e l'intero territorio dell'ex Unione Sovietica


Registrazioni:
ponad 400 utworów dla Polskiego Radia, TV, Polskie Nagrania, Pronit, JKP Studio, musicale, rock-opery, muzyka filmowa, teatralna i baletowa.


Film:
2010-2012: produzione di lungometraggi cinematografici interviste di artisti di spicco dell'Associazione ZAIKS come ad esempio:
Jacek Bochenski, Jozef Hen, Wojciech Młynarski, Jacek Cygan, Romuald Lipko,  Jerzy "Dudus" Matuszkiewicz,
Edward Pallasz, Ryszard Poznakowski, Eustachy Rylski, Krzysztof Dzikowski, Feliks Falk, Zbigniew Holdys, Janusz Kondratowicz, Henryk Kuzniak, Ilona Lepkowska, Janusz Majewski, Andrzej Mogielnicki, Bogdan Olewicz, Adam Slawinski.

Koman Production Editore:
Dal 2000 - fino a maggio 2017 č stato sviluppato circa 5 000 titoli sotto forma di spartiti, strumenti di scrittura per pianoforte e voci: voce, chitarra, tastiere, basso, batteria.
(Lessico della musica popolare polacca - autore Ryszard Wolanski. Agencja Wydawnicza "MOREX" -Warszawa 1995 & Produzione di Koman)

Stanley GLOWACZ

Cantante, attore, compositore, cantautore.


Ha iniziato la sua attivitą musicale negli anni '80 nella band ARS AMANDI da lui fondata, con la quale ha tenuto concerti e partecipato ai Young Talents Festivals. Durante uno di questi, ha stabilito una collaborazione con il leader della band SALVATOR, Cristoforo Maciejowski, compositore, arrangiatore e produttore musicale.

Durante questo periodo, ha effettuato le sue prime registrazioni in studio presso la Radio Polacca di Katowice, cantando nei cori di questo ensemble. Una delle canzoni - "I like it" č stata inclusa nel Premier Concert del Festival di Opole e ha vinto uno dei principali premi.

All'inizio degli anni '90, Stanley lascia il paese e vive a Vienna, dove impara a cantare alla Private Academy of Music e con la famosa cantante jazz Elly Wright. Collabora con l'etichetta discografica viennese Razuton-Music, per la quale registra i suoi primi brani da solista.
L'etichetta pubblica il suo album solista "Il rosario dei piccoli desideri", che č molto popolare e viene accolto calorosamente durante i concerti.

Nel 1998 Stanley torna in Polonia e registra il suo album solista in polacco presso lo studio BCF. Il "Różaniec Mały desiderio" č stato pubblicato dalla Fraza-Records di Cracovia nel gennaio 1999. Le canzoni di questo album sono ospitate dalle stazioni radio e l'album č esaurito.

L'inizio degli anni 2000 č stata una collaborazione con Artistico cantina del castello e Bielsko-Biala.
Concerti con la band FALLING ANGELS, interpretata da grandi musicisti: Dorota Zaziablo, Robert Szewczuga, Krzysztof Sandecki e Maciej Caputa.
Nel 2004, la band ha registrato le opere originali di Staszek presso il Polish Radio Studio di Cracovia.
Nel 2007, Gayga fa il suo Benefit per Telewizja Katowice, a cui Stanley č invitato con la sua versione del suo famoso successo "I, a Moving target" e la prima "Kabbalah" cantata in polacco ed ebraico.

Nel 2014 esce la riedizione del primo album per BNB.
Nel 2016, Stanley Glowacz inizia la collaborazione con il bassista dei Budka Suflera - Mietek Jurecki. Come risultato della collaborazione, viene creato l'album dell'autore "Słoneczne pomeriggio". Nel 2018, 16 delle composizioni di Jurecki con i testi di Glowacz sono pubblicate dall'etichetta MTJ.

Nel 2020, l'etichetta discografica BNB Records pubblica il settimo album solista di Mietek Jurecki, "Before time goes away", in cui tutti i testi sono scritti da Staszek. Nello stesso anno, una performance per il Laboratorio Pantomime Theatre di Wrocław della compagnia (Jurecki-musica) - Glowacz-testi, (intitolato Homo Sapiens) e un altro album solista di Jurecki, Telephone of Trust, su cui la maggior parte dei testi sono scritti da Stanley viene creato.

Nel frattempo, Stanley scrive molti testi per altri artisti: MAGMA, 2 PEOPLE, WIEKO, Martyna Jakubowicz, MARCEL's GANG, Kamil Kolodziejczyk, Krzysztof Walecki, Krzysztof Krawczyk, Natalia Kruzlak, Grzegorz Stepien.
Diversi nuovi album sono in preparazione: - "I am a man" con composizioni di Patrycjusz Gruszecki, Janusz Koman, Bartas Szymoniak, Zbigniew Wodecki, Cristoforo Maciejowski e Lukasz Pilch. - "Impressioni invernali" con opere di Mieczysław Jurecki, Dariusz Jonas, Marceli Trojan e Cristoforo Maciejowski.


Copyright © Koman Band All rights reserved.